Guida alla scelta ed all’acquisto della bicicletta da corsa con una breve tappa ai modelli del futuro, prezzi, offerte da non perdere.

E’ lei, la bicicletta da corsa, ad aver ispirato la progettazione di tutte le altre, ovvero la bici ellittica, la cyclette da camera, la cyclette ellittica, la mini bike e la spin bike.

E’ la loro nonna che, però, non invecchia mai e si evolve ogni anno di più.

Se è vero che la versione da camera o da palestra per l’home fitness è una gran bella comodità ed apporta numerosi benefici simulandola, la bici da corsa viene scelta da chi, tempo e fiato permettendo, non vuole perdersi l’attività fisica outdoor, a contatto con la strada e con la natura, all’aria aperta ed a pieni polmoni.

Il 2016 si preannuncia particolarmente interessante per il settore della bici da corsa, soprattutto da quando sono stati introdotti i cambi elettrici (una vera e propria rivoluzione) ed il cambiamento più evidente è dato dai freni a disco, che risultano più sicuri e più leggeri e che, perciò, sono destinati a sostituire quelli classici.

Di solito, si pensa alle biciclette da corsa come ad una tecnologia già perfetta “così com’è” con i tradizionali pedali, ruota e catena, ma le innovazioni nel campo del ciclismo vanno avanti dalla seconda metà del 1800 (quando è stata inventata la bicicletta) e non finiranno mai.

I benefici della bicicletta da corsa

La bicicletta da corsa apporta diversi benefici sulla salute ed il benessere psico-fisico.

Fa dimagrire. Mantiene in forma bruciando i grassi superflui (con un’ora di bici si possono bruciare fino a 500 calorie) in base all’intensità della pedalata, alla lunghezza ed alla difficoltà del percorso.

Pedalare rafforza il sistema cardiovascolare, il cuore e la ventilazione polmonare riducendo il colesterolo cattivo nel sangue. Non stressa le articolazioni e potenzia i muscoli delle gambe, glutei, cosce e polpacci, muscoli ed ossa della zona dorsale a tutto vantaggio della schiena.

Allenarsi regolarmente con la bicicletta da corsa elimina più rapidamente i livelli di tossine ed accelera l’ossigenazione cellulare stimolando la produzione di collagene, quindi fa bene non solo al cuore ma anche alla pelle (la rende più elastica).

Scarica lo stress ed aiuta chi soffre di insonnia stimolando la produzione di vitamina D.

Chi sceglie la bicicletta da corsa per mantenersi in forma, pedalando almeno 3 volte a settimana, riduce il senso di affaticamento del 65% e vede migliorati i livelli di energia del 20%.

Guida su come scegliere la bici da corsa che fa per voi

A differenza della bici da passeggio o della mountain bike, la bici da corsa è progettata per viaggiare ad alta velocità, quindi deve essere più leggera e maneggevole possibile, con manubri curvati e gomme particolarmente sottili.

Materiali innovativi di ultima uscita, consigli di amici e conoscenti e bombardamenti pubblicitari sono i peggiori nemici della scelta personale. Tutto questo confonde le idee su cosa volete davvero da una bicicletta da corsa, soprattutto se siete principianti, se vi serve per iniziare.

Non vi diamo consigli, passiamo semplicemente in rassegna quelle caratteristiche che, in base allo scopo, una bici da corsa deve possedere.

Le principali caratteristiche da considerare sono: i materiali, la geometria, la misura della bicicletta da corsa, l’efficienza del cambio e dei freni e, non ultimo, il prezzo.

I materiali sono l’elemento fondamentale.
La tecnologia si impegna costantemente a progettare telai con materiali leggeri ma ad alta resistenza per migliorare le prestazioni di una bici da corsa che può essere, generalmente, realizzata in acciaio, in alluminio, in carbonio, in titanio.

L’acciaio è molto resistente alle intemperie ed all’usura del tempo e costa meno di altri materiali. L’alluminio è leggero ma meno resistente e, per renderlo più robusto senza appesantirlo troppo, si ricopre con uno strato di ceramica (matrice metallica).

Per la bicicletta da corsa in fibra di carbonio occorre spendere qualche parola in più: questo materiale è addirittura più leggero dell’alluminio e la sua resistenza varia in base al numero di strati di cui è composta. Il titanio è più resistente dell’acciaio, non arrugginisce ma è impossibile da riparare ed è il materiale più costoso.

Per geometria della bici s’intende il design che determina il comportamento su strada, la capacità di trasferire lo sforzo della pedalata assorbendo le irregolarità del fondo stradale. Quindi, le biciclette da corsa non vanno analizzate soltanto dai materiali ma dal loro insieme e dal gruppo, costituito da tutti quei meccanismi di trasmissione (guarnitura, cambio sulla ruota posteriore, leve sul manubrio)

La misura della bicicletta da corsa è la seconda caratteristica, in ordine d’importanza: deve adattarsi all’altezza ed alla corporatura di chi dovrà usarla per assicurare l’efficienza e la performance ideali.

Per scegliere la misura giusta ma anche il tipo di telaio e di ruota, è importante sapere a che genere di percorso (lungo, medio o corto) è destinata. In questo saprà consigliarvi un rivenditore esperto.

Verificate l’efficienza dei freni e del cambio della bicicletta da corsa che avete puntato: quest’ultimo potrebbe aver bisogno di essere regolato.

Per il massimo della comodità, potrete abbinare il classico abbigliamento da ciclista (intimo tecnico e calzamaglia specifici per la corsa in bici) e scarpe sportive che si agganciano ai pedali, uno degli accessori della bici da corsa più utili.

Arriviamo al prezzo: rimandandovi al paragrafo del mercato delle bici per la ‘corsa’ all’occasione, ovviamente diciamo al neofita che una bici senza grandi pretese basta ed avanza per iniziare, mentre chi è un po’ più esperto e fisicamente preparato potrà sicuramente scegliere una soluzione intermedia, che assicuri una spesa conveniente e prestazioni soddisfacenti.

Offerta
Offerta
Offerta

Bici da corsa: marche migliori 2016

Oltre ad elencarvi le migliori marche di biciclette da corsa, vi ricordiamo che tra i brand più prestigiosi di bici da corsa per bambini e bici da donne spiccano Trek e Bontrager.

  • Viking
  • Atala
  • De Rosa
  • Torpado
  • Focus
  • B’Twin
  • Trek
  • Bontrager
  • KS Cycling
  • Bottecchia
  • Argon
  • Scott
  • Cinelli
  • Shockblaze
  • Bianchi – (Bianchi Kuma, Bianchi Spillo)
  • Wilier
  • MBM
  • Schiano

Bici da corsa: prezzi ed offerte online

I prezzi delle biciclette da corsa dipendono, come qualsiasi altro prodotto, dalla marca e dalla qualità dei materiali e della realizzazione.

Si passa da un prezzo minimo di 350 euro di una Viking o B’Twin ad una media impegnativa di 4.750 euro di una Argon fino ad arrivare al prezzo di circa 9.540 euro di una Bottecchia,

Per bici da corsa economiche di buona qualità, si possono spendere meno di 1.500 euro, per quelle di fascia media saliamo a prezzi di 2.000/3.000 euro mentre per le top di gamma passiamo a 8/9.000 euro.

Online è facile trovare biciclette per bambini, oltre che per adulti, a buon prezzo, con velocità e freni adatti per mani piccole, premiata con ottime opinioni di utenti verificati.

La vendita di bici da corsa trova principalmente online le sue offerte migliori, su Ebay e su Amazon.

Su Amazon potrete trovare biciclette da corsa in offerta a partire da 340 euro targate Viking, KS, Wilier, Bianchi, MBM e Schiano.



Cosa ne pensi?

Hai delle domande su questo prodotto? Hai provato questo prodotto e vuoi esprimere la tua opinione? Questo è il posto giusto. Lascia un commento ora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi