Come abbiamo visto, chi si approccia al mondo del volley in qualità di giocatore deve dotarsi di attrezzature valide per apprezzare a pieno questo sport e, soprattutto, giocare in sicurezza.

Proprio così: la pallavolo è uno sport affascinante, di gruppo, dove il gioco di squadra è fondamentale per la buona riuscita di schemi e tattiche, e quindi per ottenere successi. Tuttavia si tratta di una disciplina molto dispendiosa dal punto di vista fisico e, come accade sempre in questi casi, più è la fatica e lo sforzo, e più il nostro corpo è soggetto ad infortuni.

Nella pallavolo le parti del corpo che sono messe maggiormente sotto pressione sono naturalmente i polsi e le caviglie, ed è proprio su quest’ultime che oggi concentreremo la nostra attenzione.

Come dicevamo, il piede è particolarmente sollecitato sia in allenamento, sia durante le partite, in particolar modo se ricopri ruoli d’attacco come la banda e l’opposto. I continui salti per schiacciare e per murare l’avversario fanno sì che la fase di ricaduta e di appoggio a terra sia molto delicata; occorre pertanto munirsi di scarpe adatte ad ammortizzare il contatto con il campo da gioco, sia per preservare le ginocchia, sia per evitare distorsioni alle caviglie.

Scarpe da volley: consigli per gli acquisti

Come scegliere, quindi, il modello di scarpe più adatto per la pallavolo?

  • In primis la tua scelta sarà influenzata dalla statura. In base all’altezza, che avrà quindi ripercussioni dirette anche sul peso, dovrai optare per un paio di scarpe più o meno strutturate. Più il peso cresce, più la tua scarpa dovrà essere strutturata per assorbire al meglio i carichi di lavoro.
  • Come dicevamo, anche il ruolo in campo influisce sul tipo di scarpa da calzare. Un giocatore di prima linea sarà portato a carichi di lavoro maggiori, e quindi a necessitare di una scarpa più strutturata. Diversamente, palleggiatore e libero possono indossare un paio più leggero.
  • Anche la superficie di gioco ha il suo peso nella scelta delle scarpe ideali per praticare la pallavolo. Naturalmente non puoi conoscere quelle dei campi avversari, se non ci hai già giocato, ma puoi basarti sulla superficie della struttura presso la quale ti alleni e disputerai le partite casalinghe. In particolare, se giochi su parquet, sono consigliate calzature con suola in caucciù.
  • L’imbottitura, chiaramente, deve essere presente per ammortizzare il più possibile i continui appoggi derivati dai salti. Allo stesso tempo non deve essere eccessiva, per garantire comunque una sensibilità sufficiente al piede, che ha bisogno di “sentire” gli appoggi stessi.
  • Arriviamo infine alla domanda delle domande: scarpa alta o scarpa bassa? La risposta esatta è “una via di mezzo”. Le scarpe da volley, infatti, non necessitano di essere molto alte, in quanto, contrariamente a quanto potresti facilmente pensare, la protezione più alta non impedisce alla caviglia di incappare in una distorsione. Perché? Se riesci a piegarla con un dito, immagina con il peso del tuo corpo in fase di ricaduta da una schiacciata! In ogni caso, nonostante non possa fare miracoli, una scarpa non troppo bassa aiuterà, insieme ad un tutore, a proteggere maggiormente la caviglia ed il piede nei movimenti di minor carico.

Stavi pensando di utilizzare le scarpe da ginnastica che conservi nell’armadio per giocare a pallavolo? Molto probabilmente, dopo aver letto queste righe, dovrai ricrederti e fare un acquisto mirato al tuo divertimento ed alla tua salute.



Cosa ne pensi?

Hai delle domande su particolari prodotti a cui non hai trovato risposta Questo è il posto giusto. Scrivi un commento e ti risponderemo!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi