Il cardiofrequensimetro da polso si presenta come una specie di orologio da polso normalissimo, sul quale però poter vedere i risultati e i valori della frequenza cardiaca del proprio allenamento. È un prodotto molto utile per chi fa sport, specialmente per chi è solito dedicarsi al running, ed appartiene alla strumentazione standard fondamentale per chi fa jogging.

Offerta
Offerta
Offerta
Offerta
Offerta
Offerta
Offerta

Col cardiofrequenzimetro da polso non si hanno problemi di portabilità o di alcun altro tipo, cosa invece possibile nel caso in cui se ne adotti uno tradizionale, con fascia toracica. Il primo tipo, infatti, è comodo per chi corre perché non dà nessun tipo di noia, non ingombra e non impedisce di fare movimenti ottimizzati e perfetti.

I modelli di ultima generazione di cardiofrequenzimetro, comunque, sono stati ridotti a tal punto da non procurare più problemi di portabilità e in genere vengono venduti con annesso orologio sul quale poter vedere i propri valori. Sicuramente un cardiofrequenzimetro da polso rappresenta una scelta più all’avanguardia e più pratica, perché costituita da un singolo oggetto facile da indossare.

Attraverso un sensore a contatto con la nostra pelle, vengono registrate le variazioni elettriche che restituiscono i valori dei battiti cardiaci. La trasmissione dei dati nei modelli moderni è sicura e viene codificata nel rispetto della privacy e per far sì che il cardio da polso riceva soltanto i nostri risultati, non quelli di altre persone che, per esempio, potrebbero allenarsi insieme a noi.

I modelli di cardio da polso più evoluti hanno anche un ricevitore GPS che registra il percorso effettuato durante la corsa. Salvando tutti i dati su una memoria SD interna, o inviandoli direttamente allo smartphone nel caso in cui la casa produttrice abbia anche un’applicazione mobile appositamente pensata, diventa possibile vedere chiaramente i miglioramenti e gli obiettivi raggiunti.

Le funzionalità dei cardiofrequenzimetri da polso possono essere molte e riguardare, ad esempio, anche la quantità di calorie bruciate nel corso dell’allenamento. Ovviamente la scelta dipende dal perché si decide per esempio di iniziare a correre, per chi vuole perdere principalmente peso questo valore diventa importante da seguire.

Per chi corre o fa sport a livello amatoriale, il cardiofrequenzimetro da polso, oltre a delle buone scarpe running, è indispensabile, oltre a essere molto comodo viste le sue dimensioni così contenute. Un atleta o uno sportivo professionista durante l’allenamento ha un medico o un personal trainer che di per sé svolge il lavoro del cardio, esegue dei test appositi e viene aiutato a preparare gli allenamenti grazie all’aiuto di un tecnico. Un corridore amatoriale, invece, non ha tutto ciò a disposizione, pertanto oltre a essere atleta deve anche poter fare l’allenatore di sé stesso.

Il cardiofrequenzimetro da polso è molto utile per questo motivo, aiutando a misurare lo sforzo del cuore sotto allenamento, per valutare variazioni future e cambiamenti in generale. Ce ne sono di tutti i marchi più noti e pensati praticamente per tutte le esigenze.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi