Gli smartband, detti anche fitness tracker o activity tracker, sono dei dispositivi tecnologici da polso che servono a monitorare l’andamento di una data attività fisica.

I migliori smartband sono capaci di rilevare dati telemetrici molto importanti quali frequenza cardiaca, geolocalizzazione, conteggio dei passi, calorie consumate ed anche qualità del sonno.

La lettura di questi dati è poi effettuabile anche sullo smartphone grazie all’ausilio di varie app dedicate al fitness.

Questi device stanno avendo sempre più mercato perché si indossano facilmente, come dei veri e propri braccialetti, e permettono di misurare concretamente gli sforzi che facciamo quando andiamo a correre, a camminare o a nuotare.

Cosa tenere in considerazione:

5 fattori chiave per la scelta del miglior smartband

Innanzitutto, uno smartband deve essere compatibile con i sistemi Android, iOS e Windows.

Data per scontata la compatibilità con i principali sistemi operativi, per acquistare lo smartband ideale alle nostre necessità è fondamentale considerare alcuni elementi molto importanti.

Funzionalità

I migliori smartband hanno la capacità di raccogliere dati su qualsiasi attività fisica: dal footing al nuoto, dalla corsa sul tapis roulant al sonno, un buon device di questo tipo è strutturato per immagazzinare un’ampia gamma di dati.

I modelli più evoluti, peraltro, sono capaci di rilevare automaticamente qual è l’attività in corso, senza che uno debba necessariamente operare sul setting del dispositivo per indicare se sta correndo, nuotando, camminando o dormendo.

Le funzionalità più comuni sono frequenza cardiaca, distanza percorsa, calorie bruciate, passi effettuati, geolocalizzazione, oltre a data ed ora.

Per quanto concerne la geolocalizzazione, al momento dell’acquisto è necessario guardare se il modello che ci interessa è uno smartband GPS oppure no.

Display

La maggioranza degli smartband si distingue per un display molto essenziale. La lettura dei dati raccolti, infatti, viene effettuata soprattutto sullo smartphone.

A differenza degli smartwatch, che hanno un display dettagliato ma un’autonomia limitata, gli smartband hanno un display più ridotto ma la loro autonomia può essere anche di molte settimane.

Tuttavia, in commercio sono anche presenti dei modelli di smartband che restituiscono immediatamente la lettura dei dati raccolti.

La presenza di display non inficia neanche sull’attività fisica in acqua; chi fosse in cerca di uno smartband per il nuoto, infatti, deve sapere che quasi tutti i fitness tracker possono essere indossati anche quando andiamo al mare o in piscina.

Materiali

Gli smartband vengono realizzati con l’ausilio di materiali funzionali all’attività fisica. Tra questi, quelli più utilizzati per il braccialetto sono la gomma e il silicone.

Considerato l’esiguo costo di questi materiali, molti smartband sono venduti con più cinturini intercambiabili di vari colori.

Infatti, sebbene sia uno strumento prettamente tecnologico, da molti considerato quale l’evoluzione tech del classico cardiofrequenzimetro, questo braccialetto può anche trasformarsi in un complemento di abbigliamento.

Per fogge, stili e colori, alcuni modelli di smartband possono avere un design che ben si abbina ad un tipo di abbigliamento sportivo o casual.

Costo

Per quanto concerne il costo, naturalmente ha molto senso valutare se siamo sportivi di un certo livello, dei soggetti mediamente allenati o dei semplici camminatori della domenica.

Chi fa attività fisica quotidiana infatti potrebbe fare bene a orientarsi sull’acquisto di un best smartband, ovvero su un device di fascia di costo medio-alta.

Chi fa attività fisica in modo sporadico, invece, almeno per iniziare, potrebbe fare bene ad informarsi su quale possa essere il miglior smartband economico o su quale potrebbe essere una scelta ideale tra gli smartband economici in commercio.

Attualmente, il range di prezzo tra gli smartband economici e i migliori smartband va dai 20 ai 500 Euro.

Marche

Hai sentito parlare di Sony Smartband e Wiko Smartband? Sono delle ottime marche che comunque devono combattere la concorrenza di altri giganti del settore quali Garmin, Nokia, Samsung, Fitbit e Misfit.

Nell’ottica di rivolgersi al mercato asiatico c’è da chiedersi quale possa essere il miglior smartband cinese; sicuramente, gli Xiaomi Smartband sono dei modelli molto apprezzati che da molti anni stanno avendo un notevole successo sul mercato.

Considerati tutti questi elementi, non ci resta che scegliere il modello di activity tracker più idoneo alle nostre esigenze, indossare le nostre scarpe da running o la cuffia per la piscina e iniziare a misurare la nostra attività fisica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi